Cosa sono le criptovalute

 

Cosa sono le criptovalute

 

Articolo 1

Guida Gratuita: come guadagnare con le criptovalute

Quando Marco Polo tornò a Venezia da uno dei suoi viaggi in Cina, portò con se moltissime banconote per far vedere alla sua gente che si poteva commerciare in maniera più facile, e soprattutto meno pesante dell’oro.

Le banconote venivano chiamate in Cina: la moneta volante non tanto per la sua leggerezza, ma per la possibilità di circolare in un’area molto estesa.

I veneziani non presero molto sul serio l’uso delle banconote e Marco Polo venne deriso dai suoi concittadini per i quali l’argento e l’oro delle monete sembravano molto più solidi e certi della carta è poco credibile.




Oggi abbiamo avuto un impatto simile con l’ingresso delle criptovalute una valuta digitale che si basa sui principi della crittografia che usano uno schema proof-of-work per evitare la contraffazione digitale e utilizzano tecnologie peer-to-peer con appositi programmi che svolgono funzioni di portamonete.

La prima criptovaluta creata è stato il Bitcoin (BTC o XBT),creata nel 2009 da un anonimo inventore, noto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto.

In Italia sono funzionanti alcuni punti bancomat (ATM) nei quali è possibile prelevare contanti o versare contanti nel proprio conto bitcoin, i quali verranno convertiti secondo il tasso di cambio vigente in quel momento.

Ma prima di utilizzare bancomat per i bitcoin è necessario installare il portafoglio elettronico nel proprio smartphone e generare il proprio indirizzo bitcoin e il relativo QR Code da far riconoscere alla macchina per il successivo accreditamento o prelievo di valuta bitcoin.

Il primo Bancomat bitcoin al mondo, marchiato Robocoin, fu installato a Vancouver (Canada) e cominciò a funzionare il 1º novembre 2013.

Il primo installato in Italia (terzo in Europa dopo quelli di Helsinki e Zurigo), a marca Lamassu, ha cominciato a operare a Udine il 20 febbraio 2014.

I Bancomat del circuito di Bitcoin sono separati e non integrati con Visa, Mastercard, o altri circuiti di pagamento utilizzati dagli istituti bancari.

Ci sono una decina di criptovalute che sono state quotate in borsa ed è possibile scambiarle anche tramite trading online, nel prossimo capito affronteremo come fare.

Continua ad usare la Guida Gratuita:come guadagnare con le criptovalute
 
Prossimo Articolo [LINK]
 
Per rimanere aggiornato iscriviti alla newsletter

 

Rispondi