Le fasi per raggiungere i propri obiettivi

 
Le fasi per raggiungere i propri obiettivi

Articolo 4

Se ti sei perso i precedenti articoli, torna all’inizio e segui questo [LINK]

L’idea di lavorare per raggiungere un traguardo, da sempre fa parte della natura umana, dentro di noi tutti abbiamo l’istinto che ci porta al raggiungimento dei propri scopi.

Che sia professionale o personale, una persona si comporta in un certo modo perché pensa che quel comportamento sia vantaggioso per il raggiungimento del proprio scopo.

Qualsiasi movimento, esperienza che facciamo ogni giorno, anche la più banale, come per esempio andare a prendere un bicchiere d’acqua, aprire il frigorifero, sono attimi di un processo finalizzato al raggiungimento di un obiettivo.

Per raggiungere un obiettivo innanzi tutto bisogna stabilirlo, avere una chiara visione del proprio target ed essere consapevoli dei feedback emotivi che ne conseguono.

Per raggiungere il nostro target bisogna attivarsi e attraverso i nostri sensi e quindi alle nostre emozioni ottenere un quadro generale di come sta procedendo il cammino verso il nostro obiettivo.

 

 

Un obiettivo deve portare con se anche delle domande specifiche a cui dobbiamo rispondere e affermare in maniera positiva quello che vogliamo ottenere.

– Cosa voglio?
– Come posso raggiungerlo?
– Qual’è l’obiettivo finale che ho in mente?
– Cosa vorrei fare?

L’espressione in termini negativi per il raggiungimento di un obiettivo è quella di creare pensieri che visualizzano esattamente l’opposto di quello che vorremmo raggiungere.

Molto spesso i bambini crescono sentendosi dire cosa non devono fare:

– non farlo cadere
– non toccarlo
– non abbassarlo

Questo porta ad una creazione di pensieri che faranno involontariamente e inconsciamente ottenere esattamente il contrario di quello che vogliamo raggiungere.

Un altra fase importante per raggiungere i propri obiettivi è capire quando vorremmo raggiungere quello che abbiamo pensato, quindi, anche in questo caso bisogna porsi delle domande tipo: in quanto tempo voglio raggiungere il mio obiettivo?

La visualizzazione dell’obiettivo che vogliamo raggiungere non deve limitarsi con una descrizione, ma deve essere registrato come realistico e quindi deve essere specifico in ogni suo dettaglio.

Una cosa fondamentale è quella di individuarsi in un determinato contesto specifico: sul lavoro, con gli amici, in vacanza e soprattutto ponendosi queste semplici domande:Cosa?Come?Dove?Quando?Chi?

Immaginatevi come vedrete, ascolterete, e cosa proverete nel momento dell’effettivo raggiungimento del proprio obiettivo.

Quali emozioni proverete?

Immaginatevi in un futuro in cui gioite di aver raggiunto il vostro obiettivo e soprattutto immaginatevi le emozioni che proverete al raggiungimento.

Ad esempio se il vostro obiettivo è l’acquisto di una nuova automobile, immaginate e quindi definite di che colore sarà, pensate al rumore del motore, alla sensazione che avrete guidandola, il suono della voce e le parole delle persone che vi saranno intorno in quel momento, descrivete dentro la vostra visualizzazione ogni minimo dettaglio come se questa cosa fosse già accaduta e il vostro obiettivo fosse già raggiunto.

Continua il percorso Consigli per mettere in pratica la Legge di Attrazione”

Prossimo Articolo:Ostacoli per cui la Legge di Attrazione non funziona [LINK]

 

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: