Ripulisci i tuoi pensieri

 
Ripulisci i tuoi pensieri
 
Articolo 4
 
Se ti sei perso i precedenti articoli, torna all’inizio e segui questo [LINK]
 

Iniziamo a comprendere che è possibile ripulirsi dai pensieri negativi e dalle credenze che attirano tutte le cose che non vuoi:vorresti un partner, ma attiri solamente persone che non centrano nulla con te, dici di voler una casa perfetta, ma continui ad abitare nello stesso posto, vorresti cambiare lavoro e migliorarlo, ma continui ad attirare sempre lo stesso tipo di attività che tra l’altro non ti piace fare.

Tutto questo perché attiri ogni cosa che pensi di meritare, e per riuscire a cambiare questo status, bisognerebbe imparare a cambiare la propria struttura mentale.

Ti faccio un esempio: se vuoi cambiare lavoro, e ogni giorno dentro di te affermi che hai intenzione di farlo, ma non fai azioni concrete per realizzare questo desiderio, e continui la ricerca sempre con gli stessi metodi senza ottenere risultati, non riuscirai mai a cambiare lavoro.

Mentre sei alla ricerca di un nuovo lavoro, sicuramente avrai modo di parlarne con un amico, e lui ti dice:ma come mai fai ancora l’idraulico (per fare un esempio), e tu rispondi, perché è l’unica cosa che so fare e che ho sempre fatto.

Se hai convinzioni così radicate che non riesci a toglierti e continui ad affermare, non ci saranno mai progressi e rimarrai sempre bloccato tra il desiderio di fare una cosa e la paura che farai per sempre quello che stai facendo ora.

Quindi comincia ad identificare i tuoi pensieri negativi, scrivili, perché cercare e comprendere i pensieri, aumenta la consapevolezza e ti mette in grado di cambiarli.

 




 

Se hai difficoltà a riconoscere i tuoi pensieri, fai attenzione ai tuoi cambiamenti d’umore, chiediti il perché sei diventato triste tutto un tratto per esempio.

Inizia a comprendere che i pensieri che ti bloccano, che non ti fanno evolvere e che non ti permettono di realizzare i tuoi desideri, sono inutili e limitanti e soprattutto non stanno facendo il tuo bene e ti rallentano.

I pensieri di per sé non possono farti del male, quindi non fare resistenza, perché maggiore è la resistenza, maggiore è la probabilità che ti accada, non cercare di reprimere un pensiero, ma lascialo essere e quando andrà via e sarai riuscito a non pensarci più, allora sarai ripulito e potrai avere una visualizzazione creativa a tuo vantaggio e secondo i tuoi desideri.

 
Continua il percorso “Impara la visualizzazione creativa”
 
Prossimo Articolo [LINK]
 
Per rimanere aggiornato iscriviti alla newsletter
 




 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: